LogoEditoreMinisito_Rai.itLogoEditoreMinisito_RaiTv_2012
Storia della Radio






In evidenza

Il registratore magnetico Lorenz del 1935

    » Segnala ad un amico

    Read the Article (English Version)

    Il registratore magnetico per audiofrequenza è costituito fondamentalmente da un sistema di 3 circuiti elettromagnetici detti "testine" allineati secondo una direzione di scorrimento (da sinistra verso destra) di un nastro magnetico che si sposta a velocità costante in contatto con esse. Le 3 testine sono concettualmente simili tra di loro ma hanno caratteristiche dipendenti dalle funzioni che svolgono e che vengono quì esaminate secondo l'ordine di intervento determinato dalla direzione del nastro.

    Cancellazione
    Il nastro magnetico prima di ricevere il processo di registrazione deve essere
    accuratamente smagnetizzato. La testina di cancellazione viene alimentata da una corrente sinusoidale ad alta frequenza che produce un campo alternativo di saturazione che si riduce progressivamente come il nastro lascia il traferro della testina

    Foto - Gruppo testine magnetiche prima della pulizia

     Foto - Sinistra: Particolare di una testina magnetica - Destra: Guida, rullo nastro, cinghia di trasmissione


    Registrazione
    Il processo di registrazione avviene nel circuito magnetico formato dalla testina di registrazione e dal tratto di nastro magnetico. La testina è un trasduttore elettromagnetico formato da un nucleo magnetico di ferro dolce, un traferro e un avvolgimento attorno al nucleo. Se facciamo scorrere un nastro magnetico davanti al traferro si viene a creare un campo magnetico in corrispondenza. Il nastro in uscita mantiene la "magnetizzazione residua" sotto forma di una serie di magnetini polarizzati sul nastro. La variazione del
    segnale in funzione del tempo viene registrata come una variazione di
    magnetizzazione in funzione delle distanze dei punti di inversione del campo lungo la traccia di registrazione.

    Riproduzione
    Il processo di riproduzione avviene nel circuito nastro-testina di lettura. Il flusso
    magnetico generato dal nastro entra in un bordo del traferro,passa attraverso il nucleo e
    ritorna nel nastro attraverso l'atro bordo del traferro. La bobina della testina produce una
    tensione in uscita proporzionale al campo magnetico presente nel traferro.

     

     

     

    Foto - Gruppo motore trifase, riduttore di velocità, giunto e cinghie di trasmissione, accoppiamenti frizionati ai supporti per le bobine


    Rai.it

    Siti Rai online: 847